giovedì 31 agosto 2017

Bioresonance Therapy Ticino Switzerland

PHYSIOTHERAPY "LOCARNO" / CURACELL TN PARAMEDICAL
ERNEST SCHOENMAKER
Physiotherapist dipl. And ric. C.R.S., Naturopata dipl. NVS, Posturologo RPG
Supplementary Therapist Cantonal Authorization
Dipl. Heilpraktiker mit Kantonale Bewilligung
Consultant ind. For physical & para-medical technologies
Member: NVS, ASCA, IMA-BRT, ASOB, EMLA, CIES
No. CCMS: U 6326.78 / N ° ASCA: 5311 / N ° NVS: 2660
EAN No .: 760 100309 0338
Office: via Luini 20; # CH-6600 Locarno / Switzerland
Phone: +41 91-751.9220 / Fax: +41 91-751.3883 / mobile: +41 79-685.6257
Email: ertius2002@yahoo.com
Email: curacell.consulting@bluewin.ch


BIORESONANCE THERAPY
WHAT IS IT ?

Information for patients

In this outpatient clinic, the BIORISONANCE therapy is used, a method of organic holistic medicine that sees the person as a whole and not as a simple sum of the individual organs.
From this information you will learn what the principles of this therapy are and in what areas it can be effectively applied.

What is the therapeutic principle?

Bioresonance therapy is a therapeutic and energy method. It exploits for therapeutic purposes the energies, or rather the own oscillations (frequencies) of the patient.
Studies in the field of biophysics have shown that the biochemical processes of the human body are controlled and regulated by an electromagnetic field surrounding it. It is a revolutionary discovery that paved the way for new applications in the field of holistic medicine.

Introduction
German physician F. Morell took this knowledge and developed a new therapeutic method in 1977.
With the contribution of scientific research by Professor C. Smith of Salford University in England
In 1987, Bioresonance therapy (called TBR or BRT) was developed. From these researches it was possible to establish that there is a profound correlation between energy and matter, already known since the bf.e.inning of the century thanks to Albert Einstein's discoveries, as a particular electromagnetic frequency associated with any kind of organic and inorganic substance (Substances from living things, respectively, from dead matter).
The frequencies are electromagnetic oscillations linked to the movements of protons, electrons and neutrons of the atomic structure of matter, which perform energy control over all biochemical processes of living beings. Studies in the field of biophysics have shown that chemical processes in the human body are controlled and regulated by an electromagnetic field around it.

Morell realized how easy it was to intervene for therapeutic purposes directly on the level of bioenergetic control (oscillations of the electromagnetic field) (which controls his biochemical processes at all times), rather than on complex chemical processes, such as through Medicines. A device was then developed to capture oscillations from the bioenergetic control level (oscillations of the electromagnetic field) of the body and to process the individual therapeutic signals. However, since such oscillations were constituted by both physiological (healthy) and pathological frequencies, it was necessary to insert a filter separating one from the other in the "BICOM" BIORISONANCE.
At this point it was possible to deal with a targeted reduction or elimination of all pathological frequencies. (In the human organism the pathological frequencies are formed, for example, as a result of unhealthy pathologies, poisons, viruses, bacteria, genetics, etc.)
With this procedure, it is possible to eliminate the disturbance fields and strengthen self-healing and self-healing forces of the body so that it can initiate detoxification and recovery processes.


Bioresonance and its History

Since the beginning of the existence of Bioresonance, the purpose was and is still today; To allow the body to improve its self-regulation and therefore auto healing forces, is in fact the central purpose of Bioresonance.

Introduction Bioresonance History

The first use date of an EAV (acupuncture electrode according to Voll) is 1953 by Dr.med.Reinhold Voll
The first device was Dr. Voll to determine the energy status of the acupuncture points.
During a demonstration, test, in 1954, it was discovered by chance, if the patient holds one or some of the drugs in his hand, an improvement in the metering values at the acupuncture end points. This is clearly a physical reaction rather than a chemical reaction.
This was the birth of the Medicament Test through Electrical Acupuncture (EAP).
From then on, it is possible to determine by EAP tests what drug is most appropriate for a patient.

In order to simplify and rationalize the test process, Dr. Morel, a "disciple" by Dr. Voll, was suggested by a method that transmits information from a test panel of m Sessions with the help of a transmitter on the patient. This has been done successfully. This was given by Dr. Morel Dr., and thus introduced the idea of taking energy information of a disease directly from the patient to be exploited by modifying the signal and resuscitating this signal as therapy on the patient's body
This was the birth of Bioresonance in 1977.
Between 1977 and 1978 came the first single device (Bioresonance equipment) under the name "MORA" on the market.
In the later development, a component of EAV (Acupuncture Electrochemistry) measuring instrument (EAP) was integrated in 1980 in a part of the device.
In 1987, the first device (Bioresonance Device) with the name "BICOM" came on the market with a number of improvements to the technique and therapeutic level. The use of test vial comes from allergic tests.
Allergies were also a health problem at that time: How can you determine the optimal effect of a drug with the EAV test, so you can also determine and discover stressful substances (intolerant cc allergens) or toxic or harmful substances for the Body. The test kits (with amps) come for the first time on the market around 1990. They were initially kits for testing food allergies and additives. You can also use a native food for an allergy, but in practice it is more efficient, having a kit, and a testing system with the most popular foods and additives. However, the use of naturally occurring substances has been of particular importance recently, owing to increases in native substances, f.e. wheat, due to the introduction of multiple fungicides, pesticides, herbicides and atmospheric changes, carry a variety of toxic substances of various magnitudes; f.e. radioactive or smog.

In the years 1992-1993, the ability to test other stressors has been extended and expanded, and introduced under the name of Network Technology Testing (VTT). But over time it has proved to be a constant extension with test kits, always with new and different substances, to put it into practice as impractical. Around 1999, the Regumed company adopts a system of collection vials (ampoules with combined substances) introduced under the name "Test System with Combined Ampoules" ("KTT"); A test technique with which long tests could be overcome. With the advancement of technology, computer science bf.e.an to digitize (digitalize) substance information.


In February 2002, after three years of developing and testing a new software for the BICOM device was introduced, where information is sorted by different pathogens, by category, they are digitally archived. A discourse at this point is whether the applied technology is capable of storing and reproducing a signal of three dimensional electromagnetic waves. (F.e. from music, archiving to MP3 format, and reproduction at the original three-dimensional state).


In what areas can the therapy be applied effectively?

BIORISONANCE Therapy achieves excellent results in the treatment of auto-immune aggression, such as allergies and food intolerances. However, even in the case of neurodermatitis, bronchial asthma, asthmatic bronchitis, severe chronic eczema, and polyarthritis. This therapy can lead to a large percentage of healing functional pathologies. The spectrum of therapeutic application is, however, definitely wider. Generally speaking, pathological oscillations can be captured and used for therapeutic purposes on every side of the human body. This data explains why BIORISONANCE therapy is not limited to certain clinical frameworks.
Your doctor or therapist can provide you with more detailed information.

The BIORESONANCE BICOM device is a therapeutic instrument of classical medicine that considers the energy aspect of the whole organism. Therefore, there is a broad spectrum of therapeutic application that touches the different fields of medicine. Treatment should, as appropriate, be repeated several times. This depends on the type of disease or health condition. It is not to be forgotten that this is a "regulating" medicine, such as acupuncture and homeopathy in fact does not immediately show immediate effects as it may come with the chemical, but has the advantage of being causal causal and Holistic and not symptomatic.

An important goal of BIORISONANCE is to stimulate the body by activating the regulating forces of one's body in the sense of a healing force. Therefore BIORISONANCE is particularly useful in case of immune deficiencies, food allergies, inhaled allergies, poisoning from environmental poisons (including amalgam) or virus, or to stimulate the healing of scars,
or to stimulate the healing of post-operative injuries.

It is also indicated for the treatment of rheumatism, pain of various kinds such as neuralgia, migraines, headaches of allergic origin and menstrual syndrome. It can also optimize the various techniques of giving birth with a specific biomedical gymnastics program. BIORISONANCE therapy has proven to be highly effective also in areas that are not accessible with other methods of classical medicine (f.e. in anti allergy therapy, in the elimination of toxins by direct reduction or elimination of the oscillations imagined in the body or Allergens and toxins).
Another major benefit is to be able to amplify the electromagnetic frequencies of drugs. For this reason, it can be used as a supplemental method during traditional treatments, above all to reduce the amount of medication to be taken and thus avoid any side effects as well as to lower the level of intoxication in the body. In practice, electromagnetic oscillations from the drug are amplified directly to the affected organism through the electrodes applied to the patient. To reintegrate and enhance the therapeutic result, mineral solutions can be prepared to which the electromagnetic signals are transmitted from the drug.

Bioresonance and a BIO energy therapy that stimulates the body to self-regain its balance and energy, leading to self-healing of functional disorders or disorders through various organs through the elimination of harmful oscillations, coming from external factors or internal imbalances Which covers all the diseases.


No side effects

There have been no side effects from the therapeutic experiences collected over the past 30 years. During the course of treatment, chronic illnesses can go to a state of mind. This is favorable, as the body signals that it can react to disturbances that last for years. Bioresonance therapy is a form of treatment that does not undergo any organic load, is not painful and therefore is ideal as a therapeutic method for children.

How does BICOM succeed in detecting the cause of organic disturbance?
BICOM is one of the most developed Bioresonance systems that contains two components: diagnostic and therapeutic. The therapeutic part is based on the principle of electromagnetic Bioresonance. That diagnostic is done taking into account of the electromagnetism testing of accu puncture points according to Voll, or kinesiology. With BICOM, thanks to a conducting electrode that is located at the endpoints of the meridians, the patient's electro-acupuncture points, it is possible to capture oscillations of, each system, every internal organ, and verify its function or condition as well as bioenergetic disorders. Allergies and inhalations can be diagnosed with food, intolerance and poisoning caused by environmental poison, amalgam (teeth fillings) or other pathologies. After a test therapy with the inverted oscillations of the substance to be tested, measure the points and verify the improvement obtained. Using subsequent measurements narrows the range of possible causes of a disorder and delineates BICOM therapy. The BICOM device has a memory that contains 307 fixed programs for over 400 indications. In addition, this system offers the ability to individualize and adapt programs with countless parameter variations to patient needs.
Another test method used is the kinesiology test wenn f.e. signal is delivered. Reverse signal produced from BICOM device from a food on the patient's body and a chinesiology test is performed to analyze whether this signal gives a positive-body response or not, to determine whether this type of therapy is good for the body at that time, or less.

How does Bioresonance therapy work?
The frequencies associated with human body organ systems range from 10 to 150,000 Hz. The particularity of BICOM is that of identifying and separating healthy oscillations from pathological ones and eliminating the pathological oscillations .
Thanks to this procedure, it is possible to eliminate the malfunctioning fields and to strengthen the body's self-healing forces so that it can initiate a detoxification and remediation process.
Electromagnetic control signals, inside and around the human body, can be captured by the electrodes connected to the patient and transmitted to the device through the cables. These signals contain all the pathological and physiological information that allows to produce a specific therapeutic signal and individual.

The aim of the therapy is to reduce, or even erase, pathological information and, if indicated, to strengthen physiological oscillations. For this purpose, pathological information can be isolated by means of a filter incorporated in the device and electronically reversed. The information thus inverted and retransmitted directly to the patient via electrodes will overlap the oscillation of the original. This involves decreasing or directing complete elimination, pathological frequencies, and consequent restoration of the body's ability to regulate that are no longer prevented. An improvement in the biophysical energy situation automatically corresponds to a gradual normalization of biochemical processes, namely the healing of the patient.
Finally, in order to obtain even more precise therapeutic signals, it is possible to use the secretions and excretions of the patient.


Importance of cooperation of Patients!

You should immediately tell your therapist if you notice any serious reactions such as sweating, dizziness, or sensation to a part of the body during or after therapy. They represent important indications of the possible causes of the disease and therefore provide for its therapist important information for setting the ideal therapy.
After treatment you should drink at least 3 liters of water with little minerals daily, so that your body can quickly expel the immobilized toxins of Bioresonance therapies. Other measures that stimulate the elimination of toxins: such as enemas, frequent showers, baths with sodium bicarbonate, etc. are strongly advised.
After treatment you should stay for less than 6 hours after taking the alcohol.
It is strongly recommended to follow a balanced diet of separate meals; (Dissociated diet); at 12:00; Carbohydrates (with only one type of carbohydrate) and at the evening protein meal (with only one type of protein) in combination with a single vegetable.


It is also strongly advised to check urine PH 3 times a day for 10 days by writing a report beyond these values, including what you ate and how it was prepared. (First time: before breakfast, second time 2 hours after midday meal, and third time 2 hours after the meal in the evening.

Since it has been recently seen that food allergies and intolerances are more difficult to deal with, the ever-changing food production and cultivation changes, as new technologies are increasingly being used, but also increasingly more diversity of pesticides, fungicides and more herbicides, the patient is being asked to induce in case of food intolerance and allergies, to carry with him the native substances; the substances with which he has to do directly; f.e. foods.
This also applies to home dust, and dust in the field. The last can be collected by putting a basin of water to collect these dusts. Then put them in a container, or ask your therapist for an ampoule where you can put this water with the information of these dusts, including pollen.

It is also strongly recommended that the patient perform the liver purifier program (liver cleansing) as soon as possible, but after urine pH measurement and ratio, and repeat after 2 months again and there after every 6 months.
Indeed, it can be seen that in medicine, cysts bitten so many times remains obstructed with its excrement, causing digestion problems.
Unfortunately, the current philosophy is to do ectomy (surgically remove). This, however, is again an intolerance to milk, which then difficult to deal with Bioresonance.



Limitations of therapy

There are, of course, some areas where Bioresonance therapy can not be successful, for example in certain forms of psychological disturbance or genetic damage, or advanced morphological structural damage; f.e. an slipped disc. (This issue f.e. can be solved by reprogramming the posture; global posture reprogramming).
The main goal - is often achieved - of Bioresonance therapy, however, is to offer the body a chance of self-healing and self-regulation.


Holistic Bioresonance Explanation

The equipment consisted of an input and output connected with cables with which connected electrodes were placed on certain parts of the body, tested through chinesiology. Then the electromagnetic waves from the body taken and led through these input electrodes were all inverted (inverse  Ai) or separable harmonics from the disharmonies and inverted the last (H + Di) and then through output electrodes , again emitted (transmitted) on to the body. At this point all the electromagnetic waves of the body could be taken and reinforced.

This treatment, which already had its startling effects on body self-regulation, was developed in the following years in 1987 with a division of electromagnetic waves through a separator for the detection of harmonic and disharmonic waves . The harmonic waves were strengthened, and the disarmaments were reversed, for which there was a more accurate way to allow for better self-regulation of the body. Through many tests, such as through chinesiology, programs were selected and written that could be used to improve certain body functions related to physiological and biological processes, with the improvement of various known pathologies in internal medicine.

I name this type of treatment; Where different inbound and outgoing electrodes are applied on specific parts of the body, tested through chinesiology; "Holistic Bioresonance". The Holistic Bioresonance was developed by Mrs. S. Karz in the '90s. Thanks to this therapist and researcher who has written many programs where the patient's frequencies are used to achieve a body energy balance, a variety of therapies can be made.

The main objective of the holistic Bioresonance in the forefront is to restore to the body a basic energy balance that is important not to lose unnecessarily energy.
So I have tested and made therapies for situations that lose energy to the body continuously.
These are; Chakra balance, energy outbreaks, geopathy (geometric and geo radiations issues), scars, electrosmog, immune system, metabolism, mandibular articulation and muscles, balance of communication between the cerebral hemispheres, and ultimately the assimilation of vitamins, minerals, and oligo-elements.



In the 1990s, a group of therapists working with electro - acupuncture expressed their interest in working with Bioresonance with which they wanted to deliver the information of a specific electromagnetic field bound to a separate ampoule containing some substance, Nosode type, homeopathic product, or toxin.
Since then, an electro-acupuncture equipment was built into the Bioresonance device according to Voll to make energy measurements in the known 20 meridians according to Voll once to the right hand and foot and once to the left hand and foot. The electromagnetic field of a specific substance, in a special glass, for the withdrawal of the electromagnetic field connected with the entry of the device of Bioresonance, is taken, which, according to the type of ampoule, strengthens the intensity of the electromagnetic field (and Case of a nosode) or reversed, and strengthened, or weakened the electromagnetic field. This modified electromagnetic field is then delivered to the body. The body reaction can be measured through the electro-acupuncture according to Voll on the acupuncture end points, in the case of a positive reaction, it reacts with more energy.
The last case came (and is used) in the case of toxins, such as heavy metals, mycoses, Preservatives like additives antioxidants or otherwise, but also in cases of intolerant foods.

With the results that were recorded in the field of food intolerance, Bioresonance was known and popular for this treatment as well as for the treatment of allergies.
It has become so well known that an entity (international pharmaceutical industry) has filed a complaint against the manufacturer of BICOM Bioresonance Equipment (through the advertising control institute); Regumed Germany, against the fact that the firm said that Bioresonance can be used to treat allergies effectively.
Regumed had to explain to the Munich Bavarian regional Court, and demonstrated the efficacy of Bioresonance Allergy and Food Intolerance treatments through numerous attestations and studies. The court ruled on the basis of the numerous attestations and materials attesting to the efficacy of Bioresonance Allergy and Food Intolerance treatments that Regumed and its therapists can continue to promote the treatment of Bioresonance as an effective therapy for allergies and food intolerances. (14.05.2009 Aktienzeichen 6U 2187/06 Urteil Oberlandsgerichts München).


In the 1990s, therapy with ampoules with isolated substances such as nosodes, homeopathic products, toxins and so on was further developed, resulting in having many ampoules according to the effect that they wanted to achieve. This is because every ampoule has only a certain and very specific electromagnetic spectrum.
Late in the 1990s, when confronted with this situation with a multitude of ampoules and having to have them all, like the electro-acupuncturists, I thought that there should be, by holistic Bioresonance, yet another simpler solution to be able to Avoid having to have, and test many ampoules, which carry a great deal of time. I found a pilot study group working with the so-called "combined ampoules" where in a vial the contents consist of so many substances in the same group. So you could quickly test and make therapy with more efficiency, time and quality of therapy.

Except for individual cases, however, it is possible to deal with such specific problems as the use of an ampoule of an original substance taken f.e. dust of the house, pollen powder picked up on the place where you live, up to specific poisons; As we have recently solved at the beginning of 2012 in a case of Aspis Atra's viper bite with probable crossing with Vipera Ammodytes. In this case it was necessary to have the same poison of the same viper in an ampoule in order to treat the symptoms of paralysis in an effective and definitive manner (case description of this neuro toxic accident you find on other site) .

Regumed has changed policy in the last 6 to 8 years. In fact since 2008 it promotes the dispensing of the electromagnetic field of single substances that have been fixed and saved on the hard disk of the computer. The firm does this to be independent of the manufacturer of "combined ampoules". Effectiveness is, however, questionable. So far, there is no evidence that they can fix and save them on hard disk; A three-dimensional electromagnetic field signal, and reproduce.

Apart from this, it begins to work with single substances that takes, in testing, much more time, and reduces the speed of therapy.
For now, I continue to work with holistic Bioresonance, and the "combined ampoules" with some single substances in some cases to ensure maximum effectiveness in individual Bioresonance therapy.


TREATMENT OVERVIEW WITH HHOLISTIC BIORESONANCE

1. An in-depth study (about 45 minutes)
2. E.v.t. Examination of iridology (about 30 minutes)
3. Electro-acupuncture test according to Voll to record the energy situation in all meridians and discover the meridians where there is lack of energy. (About 30 minutes);
4. Test of the 5 elements, according to Chinese medicine, in the absence of energy, and their meridians connected with organs with a deficit of energy, and their causes. (About 1 hour)
5. Testing of combined ampoules, allergies, food intolerances, chemicals, Preservatives like additives antioxidants, insecticides, pesticides, mycoses and microbes. parasites.
6. Kinesiology test by preparing for the individual functionality and effectiveness of chinesiology.


The duration of the Bioresonance test is about 2.5 hours

Warning: No diagnosis is made! Test results with Bioresonance, Voll's Electro-acupuncture, and chinesiology are only for therapeutic purposes. The tests show the body response on a signal with specific electromagnetic waves. If it is suitable for the cover, a treatment strategy is made with these specific electromagnetic waves, as the test shows positive for the body. Its purpose is always to stimulate self-healing, and self-healing ability of the body.
These tests are not diagnostic in the sense of medical diagnosis. This is because they are not approved scientifically valid and comparable with existing diagnostic tests in medicine.
Therefore diagnoses through standard diagnostic tests known in medicine are necessary, and they must be done to conclude diagnosis made by the physician.


TREATMENT WITH HHOLISTIC BIORESONANCE

HHOLISTIC BIORESONANCE

A1 First treatment (not necessarily the first session)
Treatment of energy outlets. This is one of the most important treatments in the treatment of the holistic Bioresonance, and allows unlocking of energy blocks that cause disturbances on the site itself or elsewhere in the body that blocks self-regulation. (Similar to the treatment of neural therapy)

A2. Treatment of scars that give energy disorders, which should be tested through chinesiology, not just those of operations, but also extracted teeth, old fractures, earrings holes, piercings and tattoos. First you test the first scar of life; the navel.

A3. Geometric and geo radiation disorders & Electrostimulation & Testing, Electro smog, Widespread Radiation, and Radio Activities.

B. Second treatment (not necessarily the second session)
B1. Testing & treatment of lateral disorders; Hemispheric function.
B2. Energy management, mandibular articulation and muscle tension treatment around the jaw and neck. So many times it solves such a twist (Neck Stiffness). This treatment is important because many meridians pass through the mandibular articulation, which with the treatment are harmonized in their energy.
B3. Increasing Functionality and Harmonization Immune System
B4. Increasing functionality and harmonization of Metabolism

C. Treatment of the assimilation of vitamins, minerals and oligo-elements.
If a vitamin, mineral, or oligo-element is introduced through food, it is not necessarily assimilated and metabolized.
Many times there are problems due to the consumption of unsaturated vitamins, minerals and oligo-elements, without accompanying or plant substances or other right vitamins and minerals that usually allow their proper assimilation.

D. Treatment of detoxification organs.
Our institute does not only deal with Bioresonance with energy programs for detoxification but it serves, and is given to the customer, their purification, with herbs to increase their functioning; ===> Purification of the axis of three; Important organs; Liver, kidney and intestines.

E. Ampoules Testing of 5 Elements and specific ampoules f.e foods.
Following detoxification of toxins, chemicals, mycoses, parasites, and treatment of allergies and food intolerances, improvement of endocrine system and organs functions.




Bibliography on the subject
Detailed information on the BIO resonance therapy is contained in the following volume of which the English version also exists.

Bioresonanz- und Multiresonanz-Therapie (BRT), Volume 1
Karl F. Haug Verlag, Heidelberg
ISBN 3-7760-1270-6

Links for other languages: German (Deutsch) and English:
http://www.regumed.ch
http://www.regumeg.de


mercoledì 28 settembre 2016

La Biorisonanza e la suo storia

FISIOTERAPIA LOCARNO / CURACELL TN PARAMEDICAL
ERNEST SCHOENMAKER
Fisioterapista dipl. e ric. C.R.S., Naturopata dipl. NVS, Posturologo RPG
Terapista Biorisonanza dipl. SEBIM (Svizzera) ric. CM
Terapista Complementare Autorizzazione Cantonale
dipl.Heilpraktiker mit Kantonale Bewilligung
Consulente ind. per tecnologie fisicali & para-medicali
Membro: NVS, ASCA, IMA-BRT, ASOB, EMLA, CIES, SPV
N° CCMS :E9462.21 + U 6326.78 / N° ASCA: 5311/ N° NVS: 2660
NIF 94384 / SUVA 35-063213 / N° EAN / N°GLN: 760 100309 0338
Ufficio: via Luini 20 # CH-6600 Locarno
Tel: 091- 751.9220 / Fax: 091-751.3883 # mobile: 079-685.6257



La Biorisonanza e la suo storia


Fin dall'inizio dell'esistenza della Biorisonanza, lo scopo centrale era ed è ancora oggi; di permettere al corpo un miglioramento della sua autoregolazione.


Introduzione alla storia della Biorisonanza

La data del primo utilizzo da parte del Dr. med. Reinhold Voll d’un dispositivo EAV (elettro agopuntura secondo Voll) è il 1953.
Il primo dispositivo del Dr. Voll è stato determinare lo stato energetico dei punti di agopuntura.
Nel corso di una manifestazione, di prova, nel 1954 è stato scoperto per caso che se il paziente tiene uno o più farmaci in mano, avviene un miglioramento dei valori di misurazione ai punti terminali dell'agopuntura. Questo è chiaramente una reazione fisica e non una reazione chimica.
Questa è stata la nascita del test dei medicamenti attraverso l'elettro agopuntura (EAP).
Da allora in poi, è possibile determinare mediante prove EAP, quale farmaco è il più appropriato per un paziente.

Al fine per semplificare e razionalizzare il processo di test, fu suggerito dal Dr. Morel, un "discepolo" di Dr. Voll, un modo di trasmissione di informazioni da un pannello di test di medicamenti con l'aiuto di un trasmettitore sul paziente. Ciò è stato fatto con successo
E' così stato introdotto il modo di prendere informazioni energetiche di una malattia, direttamente dal paziente per essere sfruttato, modificando il segnale e di ridare / trasmettere questo segnale come terapia sul corpo del paziente.

Questa è stata la nascita della Biorisonanza nel 1977.
Tra il 1977 e il 1978 è arrivato sul mercato il primo singolo dispositivo (apparecchio Biorisonanza) con il nome “MORA” . Nel successivo sviluppo, nel 1980 è stato integrato, in una parte dell'apparecchio un dispositivo test EAV (elettro agopuntura) per fare delle misurazioni (EAP).
Nel 1987, il primo dispositivo (apparecchio Biorisonanza) con il nome “BICOM” è arrivato sul mercato con una serie di miglioramenti apportati a livello di tecniche e terapeutiche.


L'uso di fiale di prova nasce dai test allergologici. Le allergie erano anche in quel tempo
un problema di salute: Come si può determinare l'effetto ottimale di un farmaco con il test EAV, così si può anche determinare e scoprire sostanze stressanti (alimenti intolleranti c.q. allergeni) o sostanze tossici o dannosi per il corpo..
I kit (con ampolle) per il test arrivano per la prima volta sul mercato intorno al 1990. Erano inizialmente kit per testare allergie alimentari e additivi.
Si può anche utilizzare un alimento nativo per un allergia, ma in pratica è più efficiente, di avere un kit, e un sistema di prova con alimenti più popolari e additivi. L’utilizzo di sostanze native risulta pero nei ultimi tempi di nuovo d’un certo rilevante importanza a causa degli aumenti di cambiamenti di sostanze native, p.e.: frumento, a causa di inserimento di molteplici fungicidi, pesticidi, erbicidi, e cambiamenti atmosferici che portano un varietà di sostanze tossici di varia entità; p.e. radioattive o smog.

Negli anni 1992-1993 le possibilità per testare altri sostanze stressanti è stato esteso e sempre più ampliato, e introdotto sotto il nome di test della tecnologia di rete (VTT). Ma nel tempo si è rivelata impraticabile, con il costante prolungamento con i kit di test, sempre con nuove e diverse sostanze.
Intorno all'anno 1999, la società Regumed adotta un sistema di fiale di raccolta (ampolle con sostanze combinati) introdotte sotto il nome “Sistema test con Ampolle combinati” (“KTT”); una tecnica di prova con cui i lunghi test potrebbero essere aggirati.


Con l'avanzare della tecnologia, l’informatica ha iniziato la digitalizzazione delle informazioni sulle sostanze.
Nel febbraio 2012, dopo tre anni di sviluppo e test di un nuovo software per il dispositivo BICOM è stato introdotto e le informazioni vengono ordinate da agenti patogeni diversi, per categoria e sono archiviati digitalmente.
Un discorso che si pone a questo punto è se la tecnologia applicata è capace di archiviare e di riprodurre un segnale di onde elettromagnetici tri dimensionali. (p.e. come nella musica, archiviare su formato MP3, e la sua riproduzione allo stato originale tridimensionale).


FISIOTERAPIA LOCARNO / CURACELL TN PARAMEDICAL
ERNEST SCHOENMAKER
Fisioterapista dipl. e ric. C.R.S., Naturopata dipl. NVS, Posturologo RPG
Terapista Biorisonanza dipl. SEBIM (Svizzera) ric. CM
Terapista Complementare Autorizzazione Cantonale
dipl.Heilpraktiker mit Kantonale Bewilligung
Consulente ind. per tecnologie fisicali & para-medicali
Membro: NVS, ASCA, IMA-BRT, ASOB, EMLA, CIES, SPV
N° CCMS :E9462.21 + U 6326.78 / N° ASCA: 5311/ N° NVS: 2660
NIF 94384 / SUVA 35-063213 / N° EAN / N°GLN: 760 100309 0338
Ufficio: via Luini 20 # CH-6600 Locarno
Tel: 091- 751.9220 / Fax: 091-751.3883 # mobile: 079-685.6257




Biorisonanza per incidente sostanza neurotossico

FISIOTERAPIA LOCARNO / CURACELL TN PARAMEDICAL
ERNEST SCHOENMAKER
Fisioterapista dipl. e ric. C.R.S., Naturopata dipl. NVS, Posturologo RPG
Terapista Biorisonanza dipl. SEBIM (Svizzera) ric. CM
Terapista Complementare Autorizzazione Cantonale
dipl.Heilpraktiker mit Kantonale Bewilligung
Consulente ind. per tecnologie fisicali & para-medicali
Membro: NVS, ASCA, IMA-BRT, ASOB, EMLA, CIES, SPV
N° CCMS :E9462.21 + U 6326.78 / N° ASCA: 5311/ N° NVS: 2660
NIF 94384 / SUVA 35-063213 / N° EAN / N°GLN: 760 100309 0338
Ufficio: via Luini 20 # CH-6600 Locarno
Tel: 091- 751.9220 / Fax: 091-751.3883 # mobile: 079-685.6257


Copyright 2010-2017


BIORISONANZA per incidente con sostanza neurotossico


Caso di trattamento a seguito di incidente tossico per morso da Vipera Aspis Atra

In questo articolo viene descritto un caso particolare di un incidente con una sostanza neurotossica ed il trattamento con la terapia della Biorisonanza per i sintomi di:paresi, paralisi, dolori e problemi d'accomodazione oculare, a seguito di un morso da Vipera Aspis Atra.
La Vipera Aspis Atra è un serpente che vive in diversi luoghi nei campi delle nostre valli Svizzere quindi anche in Ticino.
La Vipera Aspis Atra ha un veleno heamotossico, vuol dire che per sopravvivere uccide la sua preda (piccola).
L'uomo, se morsicato da una tale vipera, può avere dei severi sintomi, come in questo caso descritto, paresi e paralisi. Questi morsi sono da classificare nella specifica tabella di tossologia per morsi da vipera classe 2. I sintomi, presenti immediatamente dopo il morso sono: paresi, paralisi, dolori e sono da trattare immediatamente con un antidodo intravenoso nel reparto cure intense e stare sotto osservazione per 24 ore.
Quasi sempre l'analisi del sangue non mostra anomalia dei parametri. Purtroppo questo inganna poiché i sintomi possono essere invalidanti, sono molto chiari e sono da consi-derare da incidente tossicologico.
A causa di pochi casi di tali incidenti, il personale medico non prende decisioni e misure mirate ed educanti.
Il caso qui sotto descritto, mostra una intensa ricerca con due importanti scoperte.

Nel novembre del 2010 un paziente si è presentato con un morso da Vipera Aspis Atra, avvenuto al Piano di Pecca in fondo alla Vallemaggia.

Il paziente racconta che l'animale sembrava un bastone nero uscito da una balla di fieno. Si trattava invece di una Vipera Aspis Atra la quale aveva morso la sua caviglia sinistra giusto sopra il Malleolo. Immediatamente il paziente aveva sintomi di choc, freddo e brividi. I muscoli del collo sulla sinistra e l'occhio mostravano paralisi. Pure la gamba sinistra mostrava paralisi, movimenti non controllabili ed il ginocchio cedeva in continuazione. I muscoli degli occhi mostravano pure effetti di paralisi e problemi di convergenza. Il paziente vedeva doppio. Oltre ciò si era abbassata la vista. In pratica l'accomodazione della lente era molto diminuita ed il paziente, già portatore di occhiali, ha dovuto fare a seguito del morso, nel mese di agosto 2010, un controllo della vista e entro fine novembre 2010 cambiare due volte gli occhiali.
L'insieme dei sintomi di choc, paralisi di muscoli, brividi di freddo con dolori e paralisi della gamba, caviglia e rene sinistro, in più la diminuzione della vista, i problemi di convergenza, in medicina vengono classati nella classe 2 dei sintomi di morso di vipera.
Ciò vuol dire, sintomi da trattare medicalmente con un antidodo, che consiste in anticorpi e antigeni che un cavallo produce dopo un morso o infiltrazione con veleno della Vipera Aspis Atra.
Il paziente dopo due settimane dal morso è andato dal medico, il quale però non ha classificato i sintomi in classe 2. Quindi non ha ordinato o dato un antidodo. Riteneva i sintomi dovuti a spavento e ha dato una medicazione ed un antidolorifico Dafalfanà e Algifor.
Il paziente è stato ancora 2-3 volte dal medico e ha ottenuto lo stesso trattamento con medicamenti antidolorifici (dopo la Biorisonanza).

- Rapporti sintomi paziente ( che indicava sintomi chiari avvenuti dopo il morso della vipera)
- Rapporto oculista (esame di refrazione, che mostrava un peggioramento della vista)
- Rapporto esame del sangue (negativo: nessun valore fuori posto)

Di seguito il paziente è venuto da me per una consultazione con la Biorisonanza.
Dopo un' anamnesi e diagnosi approfondita e primi test con la Biorisonanza con le ampolle combinate, ho iniziato il trattamento con la Biorisonanza Olistica.
Mi sono inoltre informato presso un veterinario che cosa intraprende lui in caso di morso da vipera di un animale e se applica l'antidodo.
Il veterinario mi ha spiegato che gli animali non sentono dolore o stanchezza. Il trattamento ha l'obiettivo di tenere in funzione gli organi di disintossicazione come reni e fegato, poiché è facile avere un' insufficienza epatica e renale nell'animale. L'antidodo non lo usava spesso.
Visto che con la Biorisonanza c'è la possibilità di disintossicare una sostanza (se originale) mi sono interessato di ricevere il veleno di questa Vipera Aspis Atra.
Il veterinario mi ha dato l'indirizzo di una persona la quale tiene vipere tra queste anche la Vipera Aspis Atra. In novembre le vipere vanno però in letargo e quindi bisognava attendere il loro risveglio in maggio 2011.
Nel frattempo, da un lato ho continuato con le sedute di Biorisonanza olistica, con progressi positivi ma mediocri. Dall'altro lato ho studiato le ricerche scientifiche e cliniche di centri di tossicologia di Marsiglia e Zurigo.
Dopo lo studio di varia letteratura ero certo che l'uso dell'antidodo era il tipo di trattamento più efficace e più veloce. Purtroppo l'Istituto tossicologico di Zurigo, malgrado la loro promessa di fornirmi una risposta adeguata, fino ad oggi non si sono fatti vivi e nemmeno il medico è motivato ad usare l'antidodo.

Così andavo avanti con il trattamento con la Biorisonanza olistica. Il trattamento continuava a mostrare la necessità di trattamento del metabolismo e l'assimilazione dalle vitamine minerali e di metabolismo (2° e 3° trattamento). Segnavano pure la necessità di continuo aiuto; gli organi di disintossicazione: fegato, reni, intestino. In particolare il metabolismo e l'assimilazione di vitamine minerali e dei elementi avevano bisogno di trattamento con la Biorisonanza ogni seduta, che si faceva a distanza di intervallo di 7 giorni.
Dopo una serie di trattamenti e attraverso delle informazioni raccolte dopo uno studio speciale, i minerali e oligo elementi sono rimasti stabili.
Per arrivare a tanto, sono stati eseguiti dei trattamenti per focolai; disturbi energetici nel corpo che danno disturbi energetici ad altre parti del corpo e bloccano notevolmente l'autorevole azione del corpo.
Questo è stato iniziato nel maggio 2011. Grazie a questo lo stato del paziente si è migliorato notevolmente a una risoluzione dei sintomi al 50%. I sintomi e disturbi rimasti a seguito al morso di vipera erano ancora tanti.

Durante tutto questo tempo si è fatto un'analisi da parte di uno specialista in neurologia con diagnosi dal punto di vista medico, con delle analisi più accurate p.e. con un qualsiasi test a livello di neurologia. In questo caso si trattava soprattutto di vedere lo stato di reazione dei muscoli che mostravano sintomi di paralisi.
Questi sono i valori della chronaxia e reobase:
la chronaxia fa vedere quanto è veloce a reagire un muscolo con un certo impulso elettrico e con un certo valore di voltaggio e ampere. La reobase fa vedere quanto forte reagisce un muscolo con un certo stimolo elettrico con una certa quantità di ampere.
Tutti questi tentativi da parte del paziente sono stati fatti su nostra iniziativa ed una indicazione era molto difficoltosa, anche perché il medico generico non vedeva la necessità di classificare i sintomi in classe 2 e diceva che i sintomi erano dovuti ad una reazione psicosomatica.

Poi c'è stata una svolta importante.

Nella terza settimana del giugno 2011, ho ottenuto il veleno della Vipera Aspis Atra in ampolla. Dopo il trattamento con questo veleno c'è stato un miglioramento. Purtroppo i sintomi di paralisi ritornavano ancora. Comunque il miglioramento confermava che la mia terapia era sulla via giusta.

Sono stati fatti ulteriori esami di sangue ed esami neurologici per stabilire la chronaxia e reobase.

A causa di un miglioramento solo parziale tramite uso di un po' di veleno della Vipera Aspis Atra, è sorto l'idea che si tratti di una differente famiglia di vipere.

Studiando la materia l'ipotesi si confermava che si trattava di una vipera giunta in Vallemaggia al Piano di Peccia dalla Leventina (Airolo). Questo veniva però smentito dal erpetologo. Ho quindi chiesto all'erpetologo di andare sul posto (Piano di Peccia) e di cercare una vipera e farle un prelievo del veleno, che serviva per il trattamento con BRT. Di ritorno con il veleno della Vipera Aspis Atra, lui era dell'opinione che questa sia stata incrociata con una Vipera Ammodites, visto la sua grandezza e che per sopravvivere, ha bisogno di prede grandi. Il suo veleno era heamo-tossico e pure neurotossico, il quale fa paralizzare le sue grandi prede. Questa era una valida ipotisi, visto che il paziente aveva delle paralisi che tornavano in continuo.

Abbiamo rinnovato il trattamento e dopo tre giorni fu fatto un esame neurologico. L'esito mostrava che i sintomi erano diminuiti di maniera incisiva. Non doveva più fare analisi e non aveva più bisogno del riposo pomeridiano. Il trattamento con questo veleno è stato ripetuto per quattro volte. Dopo di che il paziente non mostrava più sintomi che aveva avuto prima ed era guarito.

Questo prova la particolarità e le possibilità della terapia con la Biorisonanza.

Biorisonanza per incidente sostanza neurotossico

FISIOTERAPIA LOCARNO / CURACELL TN PARAMEDICAL
ERNEST SCHOENMAKER
Fisioterapista dipl. e ric. C.R.S., Naturopata dipl. NVS, Posturologo RPG
Terapista Biorisonanza dipl. SEBIM (Svizzera) ric. CM
Terapista Complementare Autorizzazione Cantonale
dipl.Heilpraktiker mit Kantonale Bewilligung
Consulente ind. per tecnologie fisicali & para-medicali
Membro: NVS, ASCA, IMA-BRT, ASOB, EMLA, CIES, SPV
N° CCMS :E9462.21 + U 6326.78 / N° ASCA: 5311/ N° NVS: 2660
NIF 94384 / SUVA 35-063213 / N° EAN / N°GLN: 760 100309 0338
Ufficio: via Luini 20 # CH-6600 Locarno
Tel: 091- 751.9220 / Fax: 091-751.3883 # mobile: 079-685.6257


Copyright 2010-2017


BIORISONANZA per incidente con sostanza neurotossico


Caso di trattamento a seguito di incidente tossico per morso da Vipera Aspis Atra

In questo articolo viene descritto un caso particolare di un incidente con una sostanza neurotossica ed il trattamento con la terapia della Biorisonanza per i sintomi di:paresi, paralisi, dolori e problemi d'accomodazione oculare, a seguito di un morso da Vipera Aspis Atra.
La Vipera Aspis Atra è un serpente che vive in diversi luoghi nei campi delle nostre valli Svizzere quindi anche in Ticino.
La Vipera Aspis Atra ha un veleno heamotossico, vuol dire che per sopravvivere uccide la sua preda (piccola).
L'uomo, se morsicato da una tale vipera, può avere dei severi sintomi, come in questo caso descritto, paresi e paralisi. Questi morsi sono da classificare nella specifica tabella di tossologia per morsi da vipera classe 2. I sintomi, presenti immediatamente dopo il morso sono: paresi, paralisi, dolori e sono da trattare immediatamente con un antidodo intravenoso nel reparto cure intense e stare sotto osservazione per 24 ore.
Quasi sempre l'analisi del sangue non mostra anomalia dei parametri. Purtroppo questo inganna poiché i sintomi possono essere invalidanti, sono molto chiari e sono da consi-derare da incidente tossicologico.
A causa di pochi casi di tali incidenti, il personale medico non prende decisioni e misure mirate ed educanti.
Il caso qui sotto descritto, mostra una intensa ricerca con due importanti scoperte.

Nel novembre del 2010 un paziente si è presentato con un morso da Vipera Aspis Atra, avvenuto al Piano di Pecca in fondo alla Vallemaggia.

Il paziente racconta che l'animale sembrava un bastone nero uscito da una balla di fieno. Si trattava invece di una Vipera Aspis Atra la quale aveva morso la sua caviglia sinistra giusto sopra il Malleolo. Immediatamente il paziente aveva sintomi di choc, freddo e brividi. I muscoli del collo sulla sinistra e l'occhio mostravano paralisi. Pure la gamba sinistra mostrava paralisi, movimenti non controllabili ed il ginocchio cedeva in continuazione. I muscoli degli occhi mostravano pure effetti di paralisi e problemi di convergenza. Il paziente vedeva doppio. Oltre ciò si era abbassata la vista. In pratica l'accomodazione della lente era molto diminuita ed il paziente, già portatore di occhiali, ha dovuto fare a seguito del morso, nel mese di agosto 2010, un controllo della vista e entro fine novembre 2010 cambiare due volte gli occhiali.
L'insieme dei sintomi di choc, paralisi di muscoli, brividi di freddo con dolori e paralisi della gamba, caviglia e rene sinistro, in più la diminuzione della vista, i problemi di convergenza, in medicina vengono classati nella classe 2 dei sintomi di morso di vipera.
Ciò vuol dire, sintomi da trattare medicalmente con un antidodo, che consiste in anticorpi e antigeni che un cavallo produce dopo un morso o infiltrazione con veleno della Vipera Aspis Atra.
Il paziente dopo due settimane dal morso è andato dal medico, il quale però non ha classificato i sintomi in classe 2. Quindi non ha ordinato o dato un antidodo. Riteneva i sintomi dovuti a spavento e ha dato una medicazione ed un antidolorifico Dafalfanà e Algifor.
Il paziente è stato ancora 2-3 volte dal medico e ha ottenuto lo stesso trattamento con medicamenti antidolorifici (dopo la Biorisonanza).

- Rapporti sintomi paziente ( che indicava sintomi chiari avvenuti dopo il morso della vipera)
- Rapporto oculista (esame di refrazione, che mostrava un peggioramento della vista)
- Rapporto esame del sangue (negativo: nessun valore fuori posto)

Di seguito il paziente è venuto da me per una consultazione con la Biorisonanza.
Dopo un' anamnesi e diagnosi approfondita e primi test con la Biorisonanza con le ampolle combinate, ho iniziato il trattamento con la Biorisonanza Olistica.
Mi sono inoltre informato presso un veterinario che cosa intraprende lui in caso di morso da vipera di un animale e se applica l'antidodo.
Il veterinario mi ha spiegato che gli animali non sentono dolore o stanchezza. Il trattamento ha l'obiettivo di tenere in funzione gli organi di disintossicazione come reni e fegato, poiché è facile avere un' insufficienza epatica e renale nell'animale. L'antidodo non lo usava spesso.
Visto che con la Biorisonanza c'è la possibilità di disintossicare una sostanza (se originale) mi sono interessato di ricevere il veleno di questa Vipera Aspis Atra.
Il veterinario mi ha dato l'indirizzo di una persona la quale tiene vipere tra queste anche la Vipera Aspis Atra. In novembre le vipere vanno però in letargo e quindi bisognava attendere il loro risveglio in maggio 2011.
Nel frattempo, da un lato ho continuato con le sedute di Biorisonanza olistica, con progressi positivi ma mediocri. Dall'altro lato ho studiato le ricerche scientifiche e cliniche di centri di tossicologia di Marsiglia e Zurigo.
Dopo lo studio di varia letteratura ero certo che l'uso dell'antidodo era il tipo di trattamento più efficace e più veloce. Purtroppo l'Istituto tossicologico di Zurigo, malgrado la loro promessa di fornirmi una risposta adeguata, fino ad oggi non si sono fatti vivi e nemmeno il medico è motivato ad usare l'antidodo.

Così andavo avanti con il trattamento con la Biorisonanza olistica. Il trattamento continuava a mostrare la necessità di trattamento del metabolismo e l'assimilazione dalle vitamine minerali e di metabolismo (2° e 3° trattamento). Segnavano pure la necessità di continuo aiuto; gli organi di disintossicazione: fegato, reni, intestino. In particolare il metabolismo e l'assimilazione di vitamine minerali e dei elementi avevano bisogno di trattamento con la Biorisonanza ogni seduta, che si faceva a distanza di intervallo di 7 giorni.
Dopo una serie di trattamenti e attraverso delle informazioni raccolte dopo uno studio speciale, i minerali e oligo elementi sono rimasti stabili.
Per arrivare a tanto, sono stati eseguiti dei trattamenti per focolai; disturbi energetici nel corpo che danno disturbi energetici ad altre parti del corpo e bloccano notevolmente l'autorevole azione del corpo.
Questo è stato iniziato nel maggio 2011. Grazie a questo lo stato del paziente si è migliorato notevolmente a una risoluzione dei sintomi al 50%. I sintomi e disturbi rimasti a seguito al morso di vipera erano ancora tanti.

Durante tutto questo tempo si è fatto un'analisi da parte di uno specialista in neurologia con diagnosi dal punto di vista medico, con delle analisi più accurate p.e. con un qualsiasi test a livello di neurologia. In questo caso si trattava soprattutto di vedere lo stato di reazione dei muscoli che mostravano sintomi di paralisi.
Questi sono i valori della chronaxia e reobase:
la chronaxia fa vedere quanto è veloce a reagire un muscolo con un certo impulso elettrico e con un certo valore di voltaggio e ampere. La reobase fa vedere quanto forte reagisce un muscolo con un certo stimolo elettrico con una certa quantità di ampere.
Tutti questi tentativi da parte del paziente sono stati fatti su nostra iniziativa ed una indicazione era molto difficoltosa, anche perché il medico generico non vedeva la necessità di classificare i sintomi in classe 2 e diceva che i sintomi erano dovuti ad una reazione psicosomatica.

Poi c'è stata una svolta importante.

Nella terza settimana del giugno 2011, ho ottenuto il veleno della Vipera Aspis Atra in ampolla. Dopo il trattamento con questo veleno c'è stato un miglioramento. Purtroppo i sintomi di paralisi ritornavano ancora. Comunque il miglioramento confermava che la mia terapia era sulla via giusta.

Sono stati fatti ulteriori esami di sangue ed esami neurologici per stabilire la chronaxia e reobase.

A causa di un miglioramento solo parziale tramite uso di un po' di veleno della Vipera Aspis Atra, è sorto l'idea che si tratti di una differente famiglia di vipere.

Studiando la materia l'ipotesi si confermava che si trattava di una vipera giunta in Vallemaggia al Piano di Peccia dalla Leventina (Airolo). Questo veniva però smentito dal erpetologo. Ho quindi chiesto all'erpetologo di andare sul posto (Piano di Peccia) e di cercare una vipera e farle un prelievo del veleno, che serviva per il trattamento con BRT. Di ritorno con il veleno della Vipera Aspis Atra, lui era dell'opinione che questa sia stata incrociata con una Vipera Ammodites, visto la sua grandezza e che per sopravvivere, ha bisogno di prede grandi. Il suo veleno era heamo-tossico e pure neurotossico, il quale fa paralizzare le sue grandi prede. Questa era una valida ipotisi, visto che il paziente aveva delle paralisi che tornavano in continuo.

Abbiamo rinnovato il trattamento e dopo tre giorni fu fatto un esame neurologico. L'esito mostrava che i sintomi erano diminuiti di maniera incisiva. Non doveva più fare analisi e non aveva più bisogno del riposo pomeridiano. Il trattamento con questo veleno è stato ripetuto per quattro volte. Dopo di che il paziente non mostrava più sintomi che aveva avuto prima ed era guarito.

Questo prova la particolarità e le possibilità della terapia con la Biorisonanza.

mercoledì 21 settembre 2016

Nessun diagnosi medicale con i test della Biorisonanza e il mineralogramma metodo spettrometria dermale e spettrometria dei cappelli

FISIOTERAPIA LOCARNO / CURACELL TN PARAMEDICAL
ERNEST SCHOENMAKER
Fisioterapista dipl. e ric. C.R.S., Naturopata dipl. NVS, Posturologo RPG
Terapista Biorisonanza dipl. SEBIM (Svizzera) ric. CM
Terapista Complementare Autorizzazione Cantonale
dipl.Heilpraktiker mit Kantonale Bewilligung
Consulente ind. per tecnologie fisicali & para-medicali
Membro: NVS, ASCA, IMA-BRT, ASOB, EMLA, CIES, SPV
N° CCMS :E9462.21 + U 6326.78 / N° ASCA: 5311/ N° NVS: 2660
NIF 94384 / SUVA 35-063213 / N° EAN / N°GLN: 760 100309 0338
Ufficio: via Luini 20 # CH-6600 Locarno
Tel: 091- 751.9220 / Fax: 091-751.3883 # mobile: 079-685.6257



Avvertenza importante: Non si fanno diagnosi medicali con la Biorisonanza !

Purtroppo capita sempre ancora malgrado le spiegazioni presenti che c'è confusione intorno ai analisi

complementari, ad scopo unicamente terapico.

Spiego ancora una volta come si deve vedere questi analisi, e

quale significanza hanno. È importante per evitare confusioni.

Parlo qui in specifico di analisi di:
1.Biorsonanza, (attraverso la elettro agopuntura secondo Voll e chinesiologia test dei ampolle)
2.Mineralogramma (spettrometria dermale o spettrometria dei cappelli)
Avvertenza: Non si fanno diagnosi medicali con i test di Biorisonanza e mineralogramma !

Ad. 1.


Avvertenza importante:
Non si fanno diagnosi medicali con la Biorisonanza ! I risultati di test con la Biorisonanza, Elettroagopuntura secondo Voll, e la chinesiologia, sono unicamente a scopo terapico. I test fanno vedere la risposta del corpo su un segnale con onde elettromagnetici specifici. Se risulta adatta per il corpo, si fa una strategia di trattamento con queste testate onde elettromagnetici specifici, visto che il test fa vedere la positività per il corpo. Questo non è in nessun modo da interpretare come un diagnosi; di presenza di sostanze an-, o, organici, batteri, viri, parassiti, metalli pesanti, tossine, malattie o altro ! Vuol dire soltanto che l’erogazione inverso sul corpo, del spettro elettromagnetico di queste sostanze, fa bene al corpo.
Tutto qui.
La ragione, il perché, come mai, con l’ipotesi, è unicamente riservato ai ricercatori scientifici, e al personale sanitaria diplomata nella materia sanitaria, e diplomata nella materia di Biorisonanza.
Lo scopo di essa è sempre di stimolare l'autoregolazione, e capacità di auto guarigione del corpo.
Questi test non sono diagnostici in senso della diagnosi medicali. Questo per il fatto che gli stessi non sono approvati scientificamente validi e paragonabili con gli esistenti test diagnostici in medicina.

In caso che una persona non lascia fare un diagnosi medicale, e rifiuta le analisi e test standard conosciuti nella medicina; questa persona prende tutta la responsabilità, di non aver fatto un diagnosi medicale.
Un diagnosi medicale va controllato dal paziente, e spiegato dal medico, sopra tutto la etiologia, cioè: il perché; come mai.
Fare un diagnosi medicale non implica di dover seguire terapie proposte. Dopo la spiegazione dal medico di possibile terapie, assieme con le alternative raccolti, sta la paziente di scegliere, in base di informazioni raccolte in maniera educata, e buon senso logico.

Quindi le diagnosi medicale attraverso i test diagnostici standard conosciuti nella medicina, restano necessari, e devono essere fatti per concludere le diagnosi fatte dal medico !
Con la Biorisonanza non si fa nessun diagnosi medicale !





Ad. 2.
Avvertenza
Non si fanno diagnosi medicali attraverso il mineralogramma; spettrometria di cappelli, o spettrometria dermale.
Il mineralogramma è un complemento sulle analisi medicali standard conosciuti, al livello quello che c'è nei
tessuti. Quindi c'è da fare una differenza da fare con p.e. analisi del sangue, visto che il sangue cambia
completamente ogni 72 ore (tre giorni).

Il mineralogramma fatto attraverso le cappelli, fa vedere la situazione al livello dei tessuti, delle ultimi tre mesi.
Malgrado questo vantaggio, serve unicamente per completare le analisi medicali.
Quindi non si fanno diagnosi medicali soltanto attraverso il mineralogramma di cappelli.
È un indice è basato su un algoritmo che include i risultati di tutti 16 minerali, oligo-elementi, e 5 metalli tossici.
La valutazione anche per funzioni di organi e sistemi di organi, è unicamente calcolato in base di questo
algoritmo di unicamente i minerali e oligo-elementi trovati, le loro rapporti, e le 277 domande anamnestici, relati
a un data base di oltre 3000 studi clinici.
I risultati possono servire per scopi terapici p.e. di migliorare la permeabilità cellulare, e p.e. migliorare la
nutrizione.

Quindi vale anche qui; le diagnosi medicali attraverso i test diagnostici standard conosciuti nella medicina,
restano necessari, e devono essere fatti per concludere diagnosi fatte dal medico.


Le due strategie sono e fanno parte della medicina alternativa naturale complementare.

Quale la prima della Biorisonanza è terapico.

Il mineralogramma serve come analisi complementare p.e. di fare consultazione di nutrizione, o di capire
meglio di inserire una terapia che migliora la permeabilità alla membrana d'una cellula, o di occuparsi
dell'microbioma.



In caso che una persona non lascia fare un diagnosi medicale, e rifiuta le analisi e test standard conosciuti nella medicina; questa persona prende tutta la responsabilità, di non aver fatto un diagnosi medicale.
Un diagnosi medicale va controllato dal paziente, e spiegato dal medico, sopra tutto la etiologia, cioè: il perché; come mai.
Fare un diagnosi medicale non implica di dover seguire terapie proposte. Dopo la spiegazione dal medico di possibile terapie, assieme con le alternative raccolti, sta la paziente di scegliere, in base di informazioni raccolte in maniera educata, e buon senso logico.

Quindi le diagnosi medicale attraverso i test diagnostici standard conosciuti nella medicina, restano necessari, e devono essere fatti per concludere le diagnosi fatte dal medico !
Con la Biorisonanza e il mineralogramma non si fa nessun diagnosi medicale !

martedì 26 luglio 2016

Posturology global correction of Body Posture

Short Video explains very briefly biomachanic causes of pain, and Therapy with the global correction of Body Posture. Further information; http://www.curacell.ch


Video Link:

Posturologie; Globale Reprogrammierung der Haltung und des Haltungs Systems im Kurzem

Kurze Beschreibung der globale Reprogrammierung der Haltung und Haltungssystems. Weiter Informationen unter: http://www.curacell.ch

Das Video ist unter Link;